- - Million Dollar Baby

Million Dollar Baby

 
    Million Dollar Baby  
    • Frankie Dunn ha passato tutta la vita sul ring, prima come pugile e poi come allenatore e manager di boxe. Per colpa del carattere chiuso e scorbutico, indurito da una vita difficile, ha come unico amico Scrap, anche lui ex pugile, con il quale gestisce una modesta palestra di boxe a Los Angeles. Coltiva una strana passione per la lingua gaelica e un difficile rapporto con la chiesa e con la figlia che non vede da anni…

      Fonte Trama »
    • Ecco un film profondamente religioso, di una religiosità umana e, se vogliamo, laica: non solo perché il "peccatore" Frankie sconta da 23 anni andando a messa tutti i giorni e tutti i giorni ponendo domande alle quali il prete non vuole rispondere, ma perché quella di Maggie Fitzgerald, "spazzatura bianca" che si riscatta, è un'autentica Passione. Diretto da Eastwood con uno stile essenziale che non sgarra mai, sempre a un passo dal cliché e dall'effetto, sempre puntuale nel tagliare o dissolvere una scena quando sta per sgranarsi nel melodramma, e scritto (da Paul Haggis) con un'economia e un'ironia che riproducono fedeli il carattere schivo dei protagonisti. Un film sulle radici buone e su quelle cattive, sui sogni che ci portiamo dentro, sulla parte migliore di noi, sull'Irlanda e perciò su John Ford. "Il mondo è pieno di irlandesi, o di gente che vorrebbe esserlo", dice il narratore Scrap. E chi ancora non sa cosa vuol dire "Mo chuisle", la scritta in gaelico che Maggie porta impressa sulla vestaglia regalatale da Frankie per l'incontro contro la campionessa inglese dei welter, attenda che il cuore gli si incrini nel momento in cui lo stesso Frankie lo svela nel finale.


Se ha guardato "Million Dollar Baby", vi preghiamo di lasciare la vostra recensioni. La vostra opinione può aiutare altri utenti del sito nella scelta.
Enter the code: