- - La leggenda del pianista sull’oceano

La leggenda del pianista sull’oceano

 
    La leggenda del pianista sull’oceano  
    • Trovato in fasce il 1° gennaio 1900 a bordo del transatlantico Virginian, T.D. Lemmons detto Novecento (T. Roth) cresce sulla nave, impara a suonare il piano, diventa l’attrazione dell’orchestra di bordo e non ne scende mai. Quando la nave in disuso sta per essere demolita con la dinamite il suo amico Max (P.T. Vince) è convinto che sia ancora a bordo. Film epico dalle molte bellezze (la sala-macchine; il pianoforte che pattina nella tempesta...

      Fonte Trama »
    • Tratto dal monologo "Novecento" (40 pagine) di Alessandro Baricco, il film (2 ore e 45) è sontuosamente sbagliato: troppo cinema, carrelli, zoom, dolly, che finiscono per annullarsi a vicenda; troppa incessante emozione visiva, che inevitabilmente appiattisce ogni apertura romantica; troppa voglia di poesia, di "sublime", quasi l'autore cercasse di ovviare con "i grandi momenti" alla scarna sceneggiatura. La ridondanza annulla il pathos. L'evanescente estraneità di Roth si perde in tocchi grotteschi che nei casi migliori sono stonati, in quelli peggiori macchiettistici. E la musica di Morricone non risuona di misterioso genio, è solo musica da film (e questo è imperdonabile).


Se ha guardato "La leggenda del pianista sull’oceano", vi preghiamo di lasciare la vostra recensioni. La vostra opinione può aiutare altri utenti del sito nella scelta.
Enter the code: